Pescato Ligure

La qualità del pescato ligure è piuttosto elevata per la presenza di molte specie pregiate. Le coste sono particolarmente ricche di polpi, moscardini neri, moscardini bianchi, calamari, seppie e totani del genere Ilex.

Pesca ricca

I crostacei hanno un elevato interesse economico. Negli anfratti degli scogli e nelle praterie di Posidonia si trovano le cicale, sui fondi rocciosi vivono le aragoste e gli astici, sui fondi fangosi e sabbiosi le squille. Sui grandi fondi si pescano scampi e gamberi. I crostacei più richiesti sono i gamberi rossi, con le specie Aristeus antennatus e Aristeomorpha foliacea.

Fondali generosi

Stelle marine e serpentine, ricci, oloturie non destano grande interesse dal punto di vista della pesca; in realtà i ricci di mare possono costituire un piatto ricercato e le oloturie possono essere usate come esca da palamiti. Le specie di pesci che vivono a contatto più o meno stretto con i fondali marini liguri sono: la sogliola, lo scorfano, la triglia di scoglio e quella di fango. Tra i pesci legati all’ambiente costiero particolarmente pregiate sono la cernia, il branzino o spigola e la perchia.